Università Agraria Nettuno

Università Agraria di Nettuno
Via Santa Barbara, 92 - 00048 Nettuno (Roma)
Tel. (+39) 069880253 - Fax (+39) 069880253
info@universitaagrariadinettuno.it - segretario@universitaagrariadinettuno.it
universitaagrarianettuno@pec.it

P.IVA 01138651003 e C.F. 02942060589

L'Università Agraria

L'Università Agraria di Nettuno, Ente autonomo non economico, con personalità giuridica di diritto privato ai sensi della legge 4 agosto 1894, n. 397, art. 1 primo comma, e successiva legge n. 97 del 31 gennaio 1994, art. 3 comma 1 lettera a, viene istituita il 26 settembre 1896, per la gestione ed il mantenimento del patrimonio della collettività, ovvero i cosiddetti beni di Uso Civico. Prima di tale data detti beni, venivano e vengono tutt'ora gestiti laddove non esistono le Università Agrarie, con amministrazione separata dai comuni.
Rappresenta la totalità dei cittadini del Comune di Nettuno, in materia di esercizio degli usi civici sui terreni di proprietà del demanio ai sensi della Legge 16 giugno 1927, n. 1766 e del R.D. 26 febbraio 1928, n.332.
Nella nostra città, si ha un riscontro certo dell'esistenza di questi beni a partire del 21 febbraio 1831, data in cui il principe Don Camillo Borghese acquista dalla Camera Apostolica l'ex feudo di Nettuno con l'obbligo di risolvere i il problema degli Usi Civici (quindi già esistenti) che i cittadini di Anzio e Nettuno rivendicano. Problema successivamente risolto con l'assegnazione di circa 2657 ettari a tacitazione dei diritti spettanti alla popolazione.

Tra i beni di Uso Civico, amministrati dall'Ente, rientra il
Bosco di Foglino.
Bosco utile per il soddisfacimento dei bisogni della popolazione. Diritti quali il
macchiatico e la raccolta di legna hanno rappresentato per i cittadini di Nettuno fonte primaria di sostentamento della famiglia. Ora, alle soglie del terzo millennio, grazie anche all'evoluzione dei popoli, i diritti hanno avuto una radicale trasformazione: il nostro bosco, con la sua flora e la sua fauna, non è più fonte di sostentamento della popolazione di Nettuno, ma sicuramente fonte di vita e di arricchimento della qualità della stessa, attraverso il continuo rinnovarsi del ciclo naturale delle cose.
È per questo che l'Università Agraria di Nettuno ha in corso di predisposizione un nuovo
piano di assestamento Forestale. Piano che regolamenterà all'interno del bosco sezioni e particolari aree di interesse vegetazionale, per mantenere e migliorare lo sviluppo della flora e della fauna esistente, e in definitiva per conservare e trasmettere alle future generazioni quello che i nostri avi hanno gelosamente e con spirito di sacrificio mantenuto.

Il
Commissario Straordinario
dr.Germano CAPERNA

Q